News

Ecco tutti i benefici della farina di Carruba

Roma, 20 aprile 2017 – Il carrubo è un albero sempreverde tipico delle regioni dell’Italia meridionale, e la carruba è il suo frutto. Da questo si estrae una farina che è molto utilizzata in diversi ambiti della cucina. Viene per esempio usata come addensante nei formaggi vegetali ottenuti dal riso integrale germogliato. Si tratta di prodotti freschi che non contengono né conservanti né coloranti e che sono adatti a chiunque anche a chi è intollerante a latte, lattosio, glutine e alla soia. La farina di carruba è a sua volta un ingrediente naturalmente privo di glutine e possiede importanti nutrienti. Contiene un elevato numero di proteine, vitamine del gruppo A, D, B1, B2, B3, sali minerali, magnesio, ferro, potassio e calcio. Ha inoltre una buona percentuale di fibra e pectina ed è invece povera di sodio e lipidi.

E’ infatti un alimento di origine vegetale e non contiene colesterolo: su un quantitativo di 100 grammi, troviamo un solo grammo costituito da grassi. Fornisce zuccheri naturali e carboidrati, per questo motivo è spesso utilizzata come sostituto del dolcificante, o per preparare dolci.
La farina di carrube, a differenza del cacao, non contiene caffeina. Tra le sue proprietà più conosciute, ci sono quelle antiossidanti, sazianti e di coadiuvante nella riduzione di colesterolo LDL. Alcuni recenti studi scientifici hanno dimostrato che il suo consumo può riduzione della concentrazione ematica del colesterolo LDL. Infine si è rivelata un supporto efficace per l’assorbimento delle tossine che causano infezioni intestinali, oltre che un valido aiuto come anti-diarroico naturale.