News

Stili di vita sani, uno scudo per proteggere la prostata

Roma, 17 luglio 2017 – Un’alimentazione corretta e attività fisica regolare sono le migliori armi per mantenersi in forma nel corso degli anni e prevenire patologie croniche, come quelle cardio-circolatorie, l’ipertensione, l’obesità, il diabete e i tumori. Tra le neoplasie quella alla prostata è delle più frequenti fra gli uomini over50 nei Paesi Occidentali. “Colpisce ogni anno circa 36.000 persone – afferma il prof. Giario Conti, Segretario Nazionale della Società Italiana di Urologia Oncologica (SIUrO) –. È un cancro “silenzioso” che all’inizio non presenta sintomi specifici. Tuttavia si può prevenire attraverso stili di vita adeguati”. Come prima cosa è fondamentale variare gli alimenti e bilanciare l’assunzione principali nutrienti. Pane, pasta, verdura e frutta sono da consumare più volte al giorno. Per la giusta assunzione di proteine è meglio far riferimento a quelle derivanti dal pesce: hanno meno grassi rispetto a quelle della carne. Tra le carni, quella di pollo, tacchino, coniglio, manzo è senza dubbio la più salutare, perché possiede una quantità minore di colesterolo “cattivo” (Ldl). “Tutti dovrebbero assumere acqua nella quantità di 1,5-2 litri al giorno, in modo da evitare la disidratazione, combattere la stitichezza e facilitare l’eliminazione delle scorie tossiche – aggiunge il prof. Conti -. Da evitare, invece, alcolici, bevande gassate, o contenenti caffeina e zuccheri aggiunti. Infine questa neoplasia risente molto dell’inattività fisica. Non è indispensabile essere atleti: basta camminare tutti i giorni per almeno 20-30 minuti a passo sostenuto, andare a scuola o lavoro in bicicletta lasciando l’automobile in garage oppure salire le scale a piedi invece di usare l’ascensore”.