Newsletter

"Contro la droga servono subito programmi di informazione nelle scuole"

E' QUESTA LA PROPOSTA DEI PEDIATRI ITALIANI PER CONTRASTARE UN FENOMENO IN CRESCITA

“La Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) è pronta a dare il suo contributo per contrastare il preoccupante fenomeno del sempre maggiore consumo di sostanze stupefacenti nel nostro Paese. Bisogna puntare su programmi integrati di informazione e formazione già in età scolare fornendo alle famiglie gli strumenti per riconoscere i campanelli d’allarme ed intervenire precocemente”. E’ quanto ha affermato la FIMP in occasione della Giornata Mondiale contro la Droga che si è celebrata lo scorso 26 giugno. “I dati italiani sono davvero preoccupanti – ha affermato il dott. Giampietro Chiamenti Presidente della FIMP -. Gli adolescenti residenti nel nostro Paese sono ai primi posti in Europa per consumo di alcol, droghe, sigarette, tranquillanti e sedativi. L’inizio precoce avviene di solito intorno ai 14 anni, ma è in aumento l’utilizzo anche tra i pre-adolescenti”. “Questo fenomeno può avere conseguenze negative anche da un punto di vista neuropsicologico – ha sottolineato la dott.ssa Stefania Russo Responsabile Nazionale di progetto FIMP per i rapporti col Dipartimento Antidroga e col MIUR -. Lo sviluppo plastico dell’encefalo si completa solo intorno ai 20 anni e quindi ogni sostanza d’abuso, assunta prima, può interferire nel normale processo di maturazione neuronale e dare il via a tutta una serie di effetti avversi come danni sulla memoria breve e riduzione della concentrazione.  E’ quindi necessario l’impegno di tutti, istituzioni, ricercatori, medici, operatori sanitari, per combattere questa piaga sempre più in crescita”.

LE NOSTRE RICETTE

Pizza gluten free con Verde di Riso

Ecco per voi un altro piatto, completamente gluten free, realizzato dal blog NordFoodOvestEst
250 g di farina per pizza gluten free
1 bustina di lievito in polvere
100 ml di acqua tiepida
2 cucchiai di olio evo; 1 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di semi di lino
1 cucchiaino di zucchero; erbe aromatiche secche e fresche
1 confezione di Verde di Riso Verys
1 mazzetto di asparagi selvatici
2 cipolle bianche piccole; una decina di pomodorini
1/2 cespo di radicchio; qualche foglia di costina
30 g di nocciole
sale e pepe q.b.

Tritate le nocciole, trasferitele in una tazza e copritele con abbondante olio e qualche foglia di menta. Mescolate e fate riposare. In un recipiente mescolate farina, acqua, erbe aromatiche secche sbriciolate, olio, lievito in polvere, semi di lino e un pizzico di sale. Create una palla e fatela per 30 min. In una padella fate insaporire qualche minuto le cipolle con pepe, sale, zucchero e un filo d’olio. In un wok scaldate un filo d’olio, unite l’aglio e poi gli asparagi, aggiungete un bicchiere di brodo di verdura e cuocete per circa 15 minuti.

Stendete la pizza su carta da forno oleata e conditela: prima spennellate con olio alle nocciole, poi aggiungete le cipolle, il verde di riso a fettine, il radicchio tagliato molto fine (tenete da parte un po’ per la decorazione), i pomodorini, gli asparagi, le aromatiche fresche (nepetella, pimpinella, santoreggia, salvia, menta), le costine a crudo. Ultimate con olio in modo da coprire bene tutte le verdure, una macinata di pepe nero e ancora un pizzico di sale. Cuocete in forno preriscaldato a 180° per 40 minuti circa.

STILI DI VITA

Esercizio fisico, a ognuno il suo!

Arrivare al vertice di un’ideale piramide dell’attività fisica significa fare un passetto alla volta, senza strafare e partendo dalla base in caso la sedentarietà sia ormai diventata uno stile di vita conclamato. Quindi chi svolge raramente attività fisica dovrebbe:
• fare le scale invece di prendere l’ascensore;
• nascondere il telecomando e alzarsi dalla poltrona per cambiare canale della tv;
• camminare di più attorno alla casa, in giardino, per le piccole commissioni ecc.
• in generale, sfruttare ogni occasione per passeggiare.
Chi invece è discontinuo dovrebbe:
• cercare di diventare più costante, dedicandosi ad attività aerobiche e ricreative, come stretching, golf, piegamenti, flessioni, nuoto, bicicletta, tennis, calcetto, basket ecc.;
• trovare in generale attività che piacciono, pianificando le attività durante la giornata per riuscire a incastrare tutti gli impegni e ponendosi sempre obiettivi possibili.

VERO O FALSO?

I bastoncini per pulire le orecchie causano l’otite...?

L’otite è un’infiammazione dell’orecchio esterno o medio che può presentarsi sotto innumerevoli forme, dalle più blande a quella cronica. La causa principale e più ovvia è il contatto con oggetti estranei all’interno dell’orecchio: oli, acqua, ma anche i bastoncini igienici, che andrebbero evitati. La pulizia di questa zona è infatti controproducente: il fisiologico cerume, con il suo ph acido, ha la funzione di contrastare i batteri, prevenendo infezioni. Inoltre lo sfregamento, anche quello di unghie o auricolari, può provocare lievi lesioni o dermatiti, la cui eventuale infezione provocherà l’otite. Altre cause importanti sono le variazioni di pressione (soprattutto per le otiti medie), per esempio in seguito a immersioni subacquee e voli aerei. Tutti questi fattori di rischio sono amplificati nel caso di raffreddore e tosse, a causa dei collegamenti anatomici che esistono tra il cavo orale, le cavità nasali e l’apparato acustico. Per questo motivo, la prevenzione dall’otite segue parzialmente i dettami di quella per i raffreddori, benché sembri più efficace coprire il naso (con una sciarpa, per esempio) piuttosto che la testa. A causa della delicatezza dell’organo, è comunque meglio evitare l’automedicazione, se non si tratta di sintomi già incontrati in passato: sempre meglio affidarsi al proprio medico di famiglia.