Newsletter

Che caldo! Ecco i consigli anti-afa

Che caldo! Ecco i consigli anti-afa

ATTENZIONE ANCHE ALLA DIETA, IL RISO INTEGRALE GERMOGLIATO POSSIEDE IMPORTANTI PROPRIETA' RINFRESCANTI

Nelle ultime settimane tutta l’Italia è sconvolta dall’afa. Il maggio 2017 è stato, secondo gli esperti, il più caldo dal 1880. Ma anche giungo non scherza affatto per quanto riguarda le alte temperature! Ecco alcuni consigli utili raccomandati dagli specialisti per affrontare al meglio questi giorni infuocati:

  • se usi un climatizzatore per rinfrescare l’ambiente regola il termostato su 24-26°
  • bevi almeno due litri al giorno, evita invece bevande gassate e zuccherate e alcolici
  • riparati la testa con un cappello e indossa indumenti chiari, non aderenti, di cotone o lino
  • se fai sport all’aria aperta va evitata la fascia oraria dalle 11.00 alle 18.00
  • fai bagni o docce con acqua tiepida per abbassare la temperatura corporea, evitando però bruschi sbalzi di temperatura

Per contrastare l’afa grande importanza può assume l’alimentazione. E’ meglio consumare pasti leggeri, evitare i cibi elaborati e piccanti e mangiare molta frutta e verdura. Qualche gelato è concesso, ma si consigliano quelli al gusto di frutta, meno calorici. No a pasti abbondanti, sono preferibili 4 o 5 piccoli durante la giornata. I cibi cotti vanno consumati nel più breve tempo possibile e bisogna evitare di lasciare quelli deperibili a temperatura ambiente, ma conservarli in frigorifero. In questi giorni di grande caldo un alimento ideale da consumare può essere Bio SuRice: riso integrale italiano germogliato con acqua di sorgente e trasformato in una deliziosa ed equilibrata bevanda vegetale integrale. Grazie al processo di germogliazione aumentano i valori di fibre, vitamine e micronutrienti già presenti nel riso integrale. E’ facilmente digeribile e assimilabile, e, oltre ad essere un alimento “vivo” che dà energia, ha elevati proprietà rinfrescanti ed è da sempre riconosciuto come un valido aiuto nella depurazione dell’organismo.

I PERICOLI DELL'ABBRONZATURA

State attenti al lato oscuro del sole!

Il sole è un alleato importante per il nostro benessere ma quando ci esponiamo ai suoi raggi, esistono delle regole che devono essere rispettate:

1.Mai nelle ore centrali: dalle 12.30 alle 14 la soluzione migliore è evitare l’esposizione diretta ai raggi Uv

2.Usa sempre una crema protettiva: il prodotto varia in base al momento della giornata. Se decidi di prendere il sole del mattino bisogna utilizzare sempre un prodotto con fattore di protezione elevato. Dopo averla spalmata non bisogna restare al sole per più di trenta minuti

3.Non scordarti il doposole: è’ importante dopo ogni giornata dedicata alla tintarella utilizzarlo rinfresca la pelle e aiuta a ridurre i radicali liberi

4.Attenzione a tavola: è bene nutrirsi con un’alimentazione leggera, ricca di frutta e verdura e bere tanta acqua. Sono da preferire in particolare gli alimenti ricchi di betacarotene, che nell’organismo si trasformano in vitamina A: frutta e verdura di colore giallo (carote, albicocche, pesche, mango, papaia, arance, melone, susine, ecc.) e le verdure a foglia verde scuro (coste, spinaci, erbette, ecc.). Il betacarotene stimola la produzione di melanina e svolge azione antiossidante proteggendo la pelle dall’invecchiamento precoce

“Se esageri con il sole puoi mettere in pericolo la pelle – afferma il prof. Paolo Ascierto Presidente della Fondazione Melanoma -. E’ importante capire che il sole, se si eccede, può essere pericoloso per tutti. Anche chi ha la pelle più scura non deve esagerare. Il nemico più insidioso è il melanoma: una forma di cancro della pelle molto aggressiva. Si origina dai melanociti, cellule responsabili della colorazione della pelle, che si trovano nello strato più profondo dell’epidermide. Il numero di casi è in aumento, ma per fortuna il 70% delle diagnosi avviene in fase precoce. La prevenzione della neoplasia passa anche da un attento controllo dei nei della pelle. Chi ne ha una cinquantina dovrebbe sottoporsi a una visita di controllo con un medico specialista”.

ATTIVITA' FISICA

Gambe pesanti? Colpa di stili di vita sbagliati

Certi giorni le gambe si trasformano in vere torture: sensazione di gonfiore, tensione e pesantezza. Il motivo è la “cattiva circolazione” del sangue, ma le vere cause siamo spesso noi, con posture o attività scorrette. Ecco alcuni piccoli accorgimenti:
• praticare una moderata ma regolare attività fisica, per migliorare il tono muscolare delle gambe e la circolazione del sangue;
• evitare di stare in piedi o seduti troppo tempo;
• calzare scarpe comode, che non creino costrizione ai piedi ma che non siano troppo basse;
• tenere le gambe rialzate rispetto al busto per alcuni minuti, per favorire il ritorno venoso del sangue dalle estremità;
• consumare liquidi in abbondanza (no agli alcolici);
• evitare il fumo;
• non abusare con il sale.

LO SAPEVI CHE...

Le sigarette riducono di quasi 5 anni la vita media?

Per un giovane che inizia a fumare a 25 anni un pacchetto al giorno di “bionde” riduce di circa 4,6 anni l’aspettativa di vita media. Il che equivale a perdere un giorno di vita per ogni settimana di vizio. E’ stato calcolato che il tabagismo provoca nell’intero pianeta più decessi di alcol, Aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. “La combustione del tabacco nella sigaretta libera sostanze nocive che, a lungo andare, sono tra le principali responsabili del 30% dei casi di tumore – afferma il prof. Carmine Pinto presidente dell’Associazione Italiana di Oncologia Medica -. In più favorisce lo sviluppo di molte altre gravi malattie come infezioni respiratorie e patologie cardio-vascolari. È la seconda causa di morte nel mondo e provoca più decessi di alcol, aids, droghe, incidenti stradali, omicidi e suicidi messi insieme. Le molte sostanze liberate dalle sigarette riducono le difese immunitarie e i sistemi di pulizia dell’apparato respiratorio, provocando quel ristagno di secrezioni in cui proliferano virus e batteri”.