News

Morbillo: continua a diffondersi in UE, nel 2018 35 morti

Roma, 15 gennaio 2019 – Il morbillo continua a diffondersi nel Vecchio Continente. Tra i motivi anche l’insufficiente copertura vaccinale che si registra nella maggiore parte dei Paesi. Secondo quanto segnalato dal Centro Europeo per il Controllo delle Malattie (ECDC) attualmente ci sono epidemie in Romania, Francia, Grecia e Italia. Nel 2018 sono state in totale 35 le persone morte a causa del morbillo: di cui 23 in Romania, 7 in Italia, 3 in Francia e 2 in Grecia. A novembre il numero di casi non ha smesso di crescere rispetto a settembre e ottobre scorsi, soprattutto in Polonia e Portogallo. Complessivamente tra dicembre 2017 e novembre 2018, in tutta Europa sono stati segnalati 12.790 casi di morbillo, di cui il 70% confermato in laboratorio. Il primato spetta alla Francia (2.921), seguita da Grecia (2.634), Italia (2.548), Romania (1.346) e Regno Unito (984). Il 30% delle persone colpite sono stati bambini con meno di 5 anni di età, e il 51% giovani e adulti dai 15 anni in su. Secondo gli ultimi dati dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), nel 2017 solo 4 paesi europei (Ungheria, Portogallo, Slovacchia e Svezia) hanno raggiunto la soglia del 95% di copertura vacciale con entrambe le dosi.