Annunci

La campagna educazionale “B Free” della FIMP vince il premio #PERCHÉSÌ

La Società Scientifica dei pediatri di famiglia: “E’ un ulteriore riconoscimento al rapporto di fiducia privilegiato che abbiamo instaurato in questi anni con i bambini e i genitori italiani”

Roma, 21 giugno 2018 – Il progetto di comunicazione BFree della Federazione Italiana Medici Pediatri (FIMP) ha vinto il primo premio del prestigioso contest #PerchéSì. E’ una gara tra le migliori campagne di comunicazione sulle vaccinazioni realizzate dagli operatori sanitari, negli ultimi diciotto mesi. Quella della FIMP è stata giudicata la migliore tra le 54 che sono arrivate alla giuria. BFree è un progetto che si pone l’obiettivo di aumentare la cultura della prevenzione e della consapevolezza sulle principali malattie infantili. Attraverso un sito web (www.progettobfree.it), un’app e una forte attività sui social media i pediatri di famiglia offrono ai genitori consigli e informazioni sempre aggiornati sulla salute dei bambini, con un forte focus sulle vaccinazioni e le meningiti. “Siamo felici e orgogliosi per questo importante riconoscimento – afferma il dott. Paolo Biasci, Presidente Nazionale della FIMP -. Il premio è un’ulteriore dimostrazione di come la FIMP sia una Società Scientifica che più delle altre riesce a rappresentare l’intera pediatria di famiglia e quindi una professione fondamentale e imprescindibile del nostro sistema sanitario nazionale. Oggi è stato anche premiato il rapporto di fiducia privilegiato che abbiamo instaurato in questi anni con le famiglie italiane. Si tratta di un contesto che riesce a risolvere molte problematiche che possono instaurarsi tra i cittadini e le istituzioni sanitarie”. “Il secondo motivo del successo del progetto BFree è il grande numero di genitori che siamo riusciti a raggiungere grazie all’utilizzo dei nuovi media – prosegue Biasci -. Va inoltre ricordato che le notizie che tutti i giorni diffondiamo on line e sui social non riguardano solo ed esclusivamente le vaccinazioni ma più in generale la tutela del benessere dei giovanissimi. Attraverso informazioni semplici ed efficaci vogliamo far capire ai genitori l’importanza non solo dei vaccini ma anche degli stili di vita sani e delle ultime novità scientifiche in pediatria. Ovviamente non ci fermeremo dopo questo importante riconoscimento e già nei prossimi mesi avvieremo nuove campagne di comunicazione rivolte a tutti gli italiani”.

Recenti