News

Afta, che fastidio: ecco come prevenirle

Roma, 12 marzo 2018 – Che capiti sul palato o sulla lingua, sulle gengive o nell’interno della guancia, il dolore che queste piccole lesioni fanno provare è pungente. Stiamo parlando delle afte. Si possono formare per diversi motivi: cattive abitudini alimentari; ansia; stress; depressione; carenza di ferro, zinco, acido folico e vitamina B12. Una volta che si presentano, il problema principale è farla passare: la formulazione più efficace di un farmaco è quella in gel, perché forma una barriera protettica che isola la lesione, evitando il contatto con lingua, saliva e cibo, rendendo meno problematico parlare e masticare. Ma come possiamo difenderci dall’insorgenza delle afte?

A tavola: riducete nei limiti del possibile cioccolato, caffè, alcolici, spezie, agrumi, aceto, peperoncino perché predispongono alle afte (e, se ne avete già una, aumentano il dolore).
Stress: alcuni studi lo considerano un fattore aggravante.
Farmaci: gli antinfiammatori non steroidei (FANS) e i beta-bloccanti possono provocare afte.
Piccoli traumi: incidenti nella masticazione, cibi duri o appuntiti, un cattivo uso dello spazzolino da denti possono favorire le afte.