News

Acidità di stomaco, occhio agli eccessi a tavola

Roma, 9 gennaio 2018 – Qualche dolce di troppo, una scorpacciata di frittura, un piatto molto pesante…tutti abbiamo provato, almeno una volta nella vita, l’acidità di stomaco che segue certi eccessi alimentari: soprattutto quelli delle feste. Il nostro stomaco produce continuamente succhi gastrici per scomporre le molecole del bolo alimentare, in modo da aiutare la digestione. Quando un pasto pesante costringe un’iperproduzione di succhi, ecco che percepiamo una sensazione di forte bruciore alla bocca dello stomaco (ma possono esserci anche altre cause, come stress o altre patologie). Quindi, in particolar modo per riprendersi dalle abbuffate natalizie, preferite una dieta fatta di piatti semplici, carni bianche, frutta e verdura. Gli alimenti ai quali fare attenzione sono invece dolci e cioccolato, le carni rosse (soprattutto se condite) e i succhi di frutta. Alcolici, caffè e tè vanno evitati. Durante un attacco, il latte è un rimedio fai-da-te fasullo: limitatevi a bere acqua per diluire i succhi gastrici e assumete farmaci antiacidi. Consultate il medico se gli episodi sono molto frequenti.